Programma culturale anno in corso

Venerdì 17 dicembre 2021, ore 16.00

Aula Magna del Rettorato
Via Saffi, 2 – Urbino
Presentazione del volume “Carlo Bo, Ungaretti, un poeta da vivere”
Intervengono: Carlo Ossola, Eleonora Conti e Salvatore Ritrovato
Saluti del Magnifico Rettore Giorgio Calcagnini

Streaming dell’evento

***********************************************************************************************************************************

9 dicembre 2021

Visita del Presidente del Senato della Repubblica, Maria Elisabetta Alberti Casellati alla mostra “Carlo Bo. Gli  anni dal 1911 al 1951. La letteratura, le città, la vita”.

***********************************************************************************************************************************

***********************************************************************************************************************************

CARLO BO. Gli anni dal 1911 al 1951. La letteratura, le città, la vita

14 ottobre 2021 – 25 gennaio 2022

La mostra si può visitare individualmente o per gruppi di massimo 15 persone secondo i seguenti orari:

da lunedì a venerdì: 9.00-13.00

martedì e giovedì: 14.00-17.00

Visite guidate: 9, 23, 30 novembre; 7, 14, 21 dicembre; 11, 18, 25 gennaio 2022. Ore 11.00 e ore 15.00.

Chiusura dal 24 dicembre 2021 al 9 gennaio 2022.

Prenotazione obbligatoria ai numeri: 0722.303559/5681

Nel ventennale della sua morte, la Fondazione ricorda Carlo Bo con una mostra che, a partire dalle origini liguri e dai legami familiari, giunge sino ai primi anni di rettorato.
I visitatori potranno ripercorrere i primi quarant’anni di vita del Magnifico Rettore attraverso una ricca esposizione di documenti, pubblicazioni e immagini.
La mostra è visitabile su prenotazione al numero 0722.303559/5681/5683.

***********************************************************************************************************************************

Sabato 23 ottobre 2021 ore 11,15
Teatro Sanzio – Urbino

Paolo Volponi, manoscritti e inediti

Presentazione del lavoro di digitalizzazione dellʼArchivio Volponi:
– Emanule Zinato illustra le carte di La strada per Roma
– Salvatore Ritrovato e Sara Serenelli presentano Poesie giovanili di Paolo Volponi (Einaudi)
– Intervengono: Roberto M. Danese e Marcella Peruzzi (Fondazione Carlo e Marise Bo)

Al termine, presentazione della plaquette Paolo Volponi
Il film su Urbino, realizzata dal Liceo Artistico “Scuola del Libro”
Interviene: Andrea Passanisi

Nella stessa mattinata (ore 10,00):
– Presentazione del volume Schiocchi di frusta, con testi tratti dall’autobiografia Pane e Luna di Anselmo Bucci
– Introducono: Bianca Maria Pia Marrè (Dirigente “Scuola del Libro”), Andrea Paolinelli (Presidente Rotary Club Urbino), Gloria Mei (Comune di Fossombrone)
– Presentano: Laura Vanni, Giacomo Tarsi, Chiara Gatta

Per prenotazione: https://www.urbinocittalibro.it/prenotazioni
Programma completo: https://www.urbinocittalibro.it/…/UCL2021_brochure_web2…
Per informazioni: www.urbinocittalibro.it

***********************************************************************************************************************************

INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA «CARLO BO: LA LETTERATURA, LE CITTA’, LA VITA»

Interverranno
Giorgio Calcagnini
Stefano Brachetti
Stefano Verdino, Carlo Bo. Letture, amicizie ed impegno universitario
Tiziana Mattioli

Coordina: Roberto Danese

Ideazione e cura della mostra: Ursula Vogt con Tiziana Mattioli, Elena Baldoni, Salvatore Ritrovato, Giorgio Tabanelli

INAUGURAZIONE
14 OTTOBRE 2021
ORE 11.00
SALA DEL GIARDINO D’INVERNO
PALAZZO DUCALE
PIAZZA RINASCIMENTO

ESPOSIZIONE
14 OTTOBRE 2021
ORE 12.30
SALA DELLA TARTARUGA
PALAZZO PASSIONEI
VIA VALERIO, 9

È possibile prenotare l’ingresso al numero 0722 305683

Locandina inaugurazione

***********************************************************************************************************************************

«CARLO BO, IL PALAZZO DUCALE. PAROLE E IMMAGINI NELLE STANZE»

Questa esposizione nasce dal proposito di tornare a rileggere gli scritti di Bo di grande divulgazione, anche quelli segnalati dalla libera collaborazione con grandi fotografi. Di quelle pagine, lo scritto dedicato al Palazzo ducale di Urbino è nello stesso tempo il più intimo, tra i divulgativi, e quello di massima diffusione: in tutta Europa, sino al Canada.

È come una lunga e lenta passeggiata attorno e dentro al Palazzo; attorno e dentro alla storia, ma anche, per Bo, attorno e dentro alla propria vita, che ha avuto in Urbino quasi una seconda nascita.Il dialogo con nuove immagini della città e del Palazzo realizzate da Paolo Semprucci, viene offerto ai visitatori che vorranno salire sino allo studio di Bo, all’ultimo piano di Palazzo Passionei. Qui saranno accompagnati dalla voce di Massimo Raffaeli, che legge una sua riduzione del testo. Chi vorrà, potrà portarsi a casa l’intero dialogo di Bo con Federico, che viene restituito assieme a una fotografia ombrosa e luminosa nel foglio di mostra.Ideato e curato da Tiziana Mattioli, il progetto è dedicato a Vilberto Stocchi che, da un lontano progetto condiviso con Giovanni Bogliolo, ne ha consentito ora la realizzazione, pur in tempi difficili.

Riduzione e voce
Massimo Raffaeli

Fotografie
Paolo Semprucci

Ideazione e cura
Tiziana Mattioli 

La mostra  è visitabile con i seguenti orari:

da lunedì a venerdì: 9.00-13.00

martedì e giovedì: 14.00-17.30

La prenotazione è obbligatoria scrivendo a biblioteca.fondazionebo@uniurb.it o telefonando ai numeri 0722/305681-83.

E’ anche possibile visitare virtualmente la mostra qui: “Carlo Bo, il Palazzo Ducale. Parole e immagini nelle stanze” – mostra virtuale

– Video di presentazione della mostra

– Cerimonia di inaugurazione della mostra

– Locandina della mostra

***********************************************************************************************************************************

Nel 2018 cade la ricorrenza dei 50 anni dalla scomparsa di Leone Traverso, germanista, traduttore e poeta, docente di Lingua e letteratura tedesca presso l’Università di Urbino dal 1951 fino alla sua morte improvvisa nel 1968.

Ricorderemo la sua opera in una Giornata di studio che si svolgerà nel corso del 2019.